Riduci carattereAumenta carattereVersione graficaSolo testo
 

    Festival dello sviluppo sostenibile


    Festival dello sviluppo sostenibile

    Il Festival dello Sviluppo Sostenibile, promosso tra il 22 settembre e l'8 ottobre 2020 dall'Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (ASVIS), è la più grande iniziativa italiana per sensibilizzare e mobilitare cittadini, imprese, associazioni e istituzioni sui temi della sostenibilità economica, sociale e ambientale, e realizzare un cambiamento culturale e politico che consenta all'Italia di attuare l'Agenda 2030 dell'Onu e i 17 Obiettivi di sviluppo sostenibile.

    L'Ateneo, che fa parte della Rete delle Università per lo Sviluppo Sostenibile (RUS) ha ritenuto di dare il proprio contributo attraverso la presentazione di alcune attività avviate sui temi della lotta ai cambiamenti climatici, del diritto all’istruzione e dell’inclusione, della povertà educativa e del valore della cittadinanza come strumento fondamentale per la costruzione di una futura responsabilità europea comune.

    Tutte le iniziative sotto riportate sono realizzate con il patrocinio della Rete delle Università per lo Sviluppo Sostenibile.

     

    19 settembre 2020

    Climbing for Climate

    La seconda edizione di Climbing for climate intende promuovere i temi dell’Agenda 2030 attraverso la conoscenza dei territori e la mobilità attiva.

    L'edizione locale si svolgerà con un un'escursione sul Ghiacciaio del Calderone, il più meridionale d'Europa e situato vicino la vetta del Gran Sasso d'Italia. Il gruppo di delegati RUS e CAI dell'Aquila partiranno da Campo Imperatore e si incontreranno sul ghiacciaio con i colleghi di Teramo provenienti dall'opposto versante della montagna. Nel pomeriggio, dopo la ridiscesa a Campo Imperatore ci sarà un evento conclusivo con la firma di un appello congiunto sulla salvaguardia dei ghiacciai e del clima e l'installazione di due pannelli divulgativi sul Ghiacciaio del Calderone.

    Scarica la locandina.

     

    2 ottobre 2020 - ore 11:30

    Università dell’inclusione tra immigrazione, città e diritti umani

    Il carattere pervasivo della chiusura territoriale, generata dalla fase più virulenta della pandemia da Covid-19, ha costretto chiunque a rendersi conto di cosa significhi essere limitati nella propria possibilità quotidiana di spostarsi, componente fondamentale della vita personale di ciascuno che i migranti internazionali conoscono da sempre. La mobilità geografica dei gruppi umani è semplicemente la conditio sine qua non della riuscita personale e sociale di ogni migrante, a qualsiasi categoria appartenga tra quelle che gli vengono istituzionalmente assegnate. La nostra recente localizzazione forzata, nel mentre sprona a immaginare città più giuste e inclusive per uno sviluppo sostenibile, suggerisce di riconsiderare il ruolo dei luoghi, dei territori, nostri e altrui, nella vita di ciascuno, includendo il “diritto di fuga” nei diritti umani – tra i quali rimane fondamentale il diritto all’istruzione, previsto dall’art. 26 della Dichiarazione universale dei diritti umani adottata dalle Nazioni Unite nel 1948 a Parigi.

    In occasione dell’arrivo a L’Aquila dello Studente beneficiario della borsa di studi a valere sul progetto Corridoi universitari per i rifugiati – UNICORE 2.0, l’Ateneo invita il partenariato ad una riflessione sull’importanza della cooperazione internazionale e sulla necessità di amplificare le iniziative rivolte a garantire il diritto all’istruzione universitaria per i rifugiati.

    Partecipazione su invito

    Scarica la locandina.

     

    2 ottobre 2020 - ore 15:00

    Il contrasto alla povertà educativa tra ricerca e intervento

    Il tema contrasto alla povertà educativa incrocia diversi obiettivi dell’Agenda 2030 e rientra pienamente in un’idea di sostenibilità declinata dal punto di vista della pedagogia e delle altre scienze umane che concorrono a studiare, monitorare, intervenire sui contesti a rischio educativo, per spezzare quei circoli viziosi e quelle spirali (povertà economica-povertà educativa-povertà economica) che tanto preoccupano, a livello globale, gli attori istituzionali e politici ispirati coinvolti nella promozione della giustizia sociale, dell’equità, del diritto di tutte e tutti di abitare un mondo pacifico, sostenibile, interconnesso. L’Università dell’Aquila partecipa attivamente, attraverso progetti di intervento e di ricerca scientifica, allo studio del fenomeno e alla ricerca di buone pratiche, soprattutto con riferimento al tema delle emergenze e del post-emergenza che ha segnato i territori dell’Italia centrale. Save the Children, nel mondo e in Italia, si attesta come una delle realtà maggiormente impegnate nella lotta alla povertà educativa, divenendo un riferimento fondamentale per comunità, territori, istituzioni, stati, organizzazioni sovranazionali, che promuovono i diritti dell’infanzia e la cooperazione sociale con un focus specifico su istruzione ed educazione.

    L’evento è aperto e sarà svolto in modalità online, per un totale di 500 partecipanti al massimo.

    Per l’iscrizione è necessario compilare il modulo online. Successivamente verranno comunicate attraverso mail le informazioni utili  per la connessione alla piattaforma utilizzata (Cisco Webex).

    Scarica la locandina.

     

    7 ottobre 2020 – ore 9:30

    Cittadinanza europea, Costituzione e Diritti: l’educazione come strumento di democrazia

    La conferenza internazionale è promossa in relazione al progetto ShareEU - Shaping of the European Citizenship in the post-Totalitarian Societies. Reflections after 15 years of EU enlargement.

    ShareEU è un progetto sulla cittadinanza europea e sui processi democratici dopo la fine di regimi autoritari/totalitari. Per quanto riguarda Polonia e Slovacchia si fa riferimento ai regimi comunisti, per l’Italia alla fine del fascismo.

    Il progetto mira a migliorare la comprensione dei processi sociali democratici in atto nell'Unione Europea, ponendo particolare attenzione al valore della cittadinanza e dell'educazione alla cittadinanza, come strumenti fondamentali per la costruzione di una futura responsabilità europea comune.

    AVVISO: Tutti coloro che desiderano seguire la conferenza, potranno registrarsi e, qualora lo desiderassero, ricevere l'attestato di partecipazione.

    In considerazione dell'elevato numero di partecipanti, la conferenza si terrà su piattaforma Cisco Webex. Per partecipare all'evento: https://univaq.webex.com/meet/antonella.nuzzaci

    Link per la registrazione: https://forms.office.com/Pages/ResponsePage.aspx?id=fIrwndcxJECbpl7V76waAX-dlVPs8TFBqsI2B95R_o9UOTlCMEpWQUVWSVVRQk9JWTBBWEhJT1VJTC4u

    La partecipazione è libera, fino a concorrenza della capacità della piattaforma.

    Scarica la locandina.

     

     

    Il coro di UnivAQ partecipa al "Song Contest" della RUS

    Il Coro dell'Ateneo ha partecipato al "Song Contest" promosso dalla Rete Universitaria per lo Sviluppo Sostenibile, curando la realizzazione del brano in remoto, a causa dell'emergenza sanitaria.

    I contenuti del testo sono riportati alla pagina seguente: https://www.youtube.com/watch?v=La5Zf_dTijI dove è possibile ascoltare il brano.


    (27.09.2020)