Riduci carattereAumenta carattereVersione graficaSolo testo
 

    Bandi per ricerca e sviluppo


    Bandi per ricerca e sviluppo

    Il Ministero della Salute ha dato ufficialmente il via all’attuazione del Piano Operativo Salute con la pubblicazione dei primi quattro avvisi per la selezione di progetti da finanziare con complessivi 200 milioni di euro nell’ambito delle politiche europee di sviluppo della coesione economica, sociale e territoriale e rimozione degli squilibri economici e sociali.

     

    Il Piano si inserisce nel processo unitario di programmazione strategica e operativa per il periodo 2014-2020 e si articola in Traiettorie di sviluppo a cui corrispondono specifici avvisi pubblici nell’ambito delle relative linee di azione:

    • traiettoria 1 “Active & Healthy Ageing - Tecnologie per l’invecchiamento attivo e l’assistenza domiciliare”;
    • traiettoria 2 “eHealth, diagnostica avanzata, medical device e mini invasività”;
    • traiettoria 3 “Medicina rigenerativa, predittiva e personalizzata”;
    • traiettoria 4 “Biotecnologia, bioinformatica e sviluppo farmaceutico”.

     

    Gli interventi del Piano Operativo Salute interessano prevalentemente le Regioni del Mezzogiorno, ritenute meno sviluppate e in transizione (80% delle risorse complessive). Il 20% delle risorse del Piano è destinato alla realizzazione di interventi nelle aree del Centro-Nord.

    Gli avvisi sono rivolti a Amministrazioni pubbliche e Enti del Servizio Sanitario Nazionale; Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico (IRCCS); Università; Enti di ricerca pubblici. Il contributo a fondo perduto ha una copertura massima pari all’80% dei costi ammissibili del progetto.

     

    La scadenza per partecipare è fissata alla mezzanotte del 25 maggio 2021.

     

    Si specifica che, l’art. 8 comma 4 degli avvisi, limita a ciascun soggetto proponente la possibilità di presentare all’interno dello stesso avviso più proposte, di conseguenza ciascun Ateneo può presentare una sola proposta per ciascun avviso.

    Tale limitazione, inoltre, per i progetti presentati in forma congiunta, opera indipendentemente dal ruolo (capofila o partecipante) assunto nell’ambito della forma di collaborazione instaurata per la presentazione della domanda.

    Pertanto l’Università degli Studi dell’Aquila ha fissato un termine di scadenza per la raccolta di tutte le proposte progettuali, da inviare per email al settore Fundraising e gestione progetti di Ateneo, all’indirizzo: proget@strutture.univaq.it entro e non oltre il 25 aprile 2021.

     

    La documentazione da inviare dovrà contenere la bozza di progetto redatta secondo la modulistica prevista dal bando.

    Successivamente l’Ateneo valuterà le proposte progettuali pervenute e selezionerà i quattro progetti relativi alle quattro traiettorie sopra descritte, da inoltrare al Ministero della Salute.


    Tutte le informazioni sono disponibili all’indirizzo: Ministero della Salute - AVVISI


    (25.03.2021)