Riduci carattereAumenta carattereVersione graficaSolo testo
 
Video e avvisi

Sicurezza

Video e avvisi

Affittasi/Cercasi alloggio

Alloggi per studenti

Affittasi/Cercasi alloggio

Informazioni sui trasporti verso le sedi dell'Ateneo

Trasporti

Informazioni sui trasporti verso le sedi dell'Ateneo

Lavoro e stage per studenti e laureati

Placement

Lavoro e stage per studenti e laureati

Accesso al mondo del lavoro

Almalaurea

Accesso al mondo del lavoro

Centro sportivo "Centi Colella"

Gli impianti sportivi dell’Università, gestiti dal CUS L'Aquila, sono situati lungo la S.S. 17 in località “Centi Colella”, venendo dal centro, subito dopo lo stabilimento Italtel ed il ponte dell’autostrada, a sinistra.

 

Attualmente il CUS L'Aquila dispone di:

  • n° 2 tendostrutture polivalenti per il calcio a 5, pallamano, pallavolo
  • n° 1 palestra pallavolo - basket
  • n° 1 campo da calcio regolamentare in erba naturale
  • n° 1 campo da rugby regolamentare in erba naturale
  • n° 1 campo da calcio a 8 in erba naturale
  • n° 1 campo da calcio a 5 scoperto in erba sintetica
  • n° 1 palestra fitness
  • n° 1 palestra indoor di arrampicata
  • n° 1 infermeria
  • n° 1 bar - ristorante

 


La legge 394 del 28 giugno 1977 ha istituito, presso ogni università italiana, un comitato per lo sport universitario che sovrintende agli indirizzi di gestione degli impianti sportivi ed ai programmi di sviluppo delle relative attività.

Il Ministero dell'Istruzione, dell’Università e della Ricerca provvede alle spese relative ai programmi di cui sopra mediante l’erogazione di fondi annui inseriti nel bilancio di previsione dello Stato.

La legge 394/77 affida la attuazione e la realizzazione dei programmi sportivi, nonché la gestione degli impianti sportivi universitari, al Centro Universitario Sportivo Italiano (C.U.S.I. e CUS L’Aquila), unico ente sportivo universitario legalmente riconosciuto.

I rapporti tra Università dell’Aquila e CUS L’Aquila sono regolati da Convenzione approvata il 4 agosto 1997 e da Regolamento di gestione approvato dal Consiglio di Amministrazione dell’Università il 29 novembre 1996.